cerca

Il discorso di Napolitano

21 Dicembre 2011 alle 15:30

Ha ragione il presidente ad affermare che nessun passaggio avvenuto per la “creazione” del governo Monti è anticostituzionale. Il problema è, infatti, nella costituzione, che prevede ribaltoni o governi tecnici appoggiati dal parlamento senza consultazione popolare. Il Presidente Napolitano, conosce benissimo che la nostra è l’unica costituzione, in Europa, che contempla questa norma. Il governo Monti è tecnicamente una sospensione della democrazia, poiché gli elettori di sinistra o di destra si trovano esautorati chi dall’opposizione chi dal governo del paese. Altro discorso è la necessità che ha portato al governo Monti, che si ripresenterà se questo governo non metterà mano a riforme costituzionali e istituzionali che permettano a chi è stato eletto di governare senza inseguire Scilipoti, Fini o chicchessia. In una parola compiere quel passaggio dal parlamento all’esecutivo, che solo può garantire governabilità. Con buona pace dei parlamentari, di qualunque schieramento, e dei partiti cespugli, che sono la rovina della democrazia reale, poiché l’ingovernabilità genera odio nei confronti della politica con gravi rischi per la sua sopravvivenza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi