cerca

I rimpianti per Tremonti

20 Dicembre 2011 alle 14:30

Adesso molti politici rimpiangono Tremoti. Non aver assecondato le indicazioni di Giulio in merito ai forti tagli proposti per alleggerire la spesa pubblica e con la conseguente perdita di clientelismo da parte della politica, ha creato il mostro Monti che ha scelto l' antica ricetta di tassare tutto e tutti pur di non modificare nulla. Ben venga Giulio se dobbiamo pagare i costi diretti ed indiretti della politica e delle corporazioni con una drastica diminuzione dei parlamentari,dei fondi inutili , improduttivi,dei regali ai sindacati, industrialoni, delle regioni assistite, delle province inutili , dei microcomuni e della sudditanza verso le banche. Continuare a scegliere la solita strada delle tasse e la fantomatica lotta all' evasione è follia che pagheremo ancora una volta senza risultati seri. Tagliare,tagliare e tagliare gli sprechi è la vera scommessa che la destra e gli italiani vogliono e sperano. Se si riducono gli sprechi automaticamente si riduce l' evasione.E' evidente che la corruzione genera fondi neri che servono per mantenere i politici e le loro esose campagne elettorali. Non ci vogliono i professori o i ragionieri della Bocconi per capirlo.Ci vuole soltanto coraggio e buon senso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi