cerca

Ceci n'est pas un gouvernment!

17 Dicembre 2011 alle 13:26

Vabbene che noi italiani siamo un popolo di navigatori su auto e di (falsi) invalidi, drogati soprattutto di medicinali di ogni tipo (negli ultimi tempi soprattutto di Prozac e Maalox, per affrontare la crisi, la disoccupazione e la gastrite che ci da' un governo di ricchi, non eletto da nessuno, che tassa specialmente la classe medio-bassa: ovvero tutti). Ma e' mai possibile che le liberalizzazioni continuano a riguardare da dieci anni solo taxi e farmacie? Che ne' e' di avvocati, notai, piscologi, dentisti, giornalisti, pubblicisti, guide turistiche, tabacchini, commercialisti, interpreti, politici, maestri, professori, e le altre cento professioni? Certo, aspettarsi una liberalizzazione generale dallo stesso governo che punta a tassare le sigarette e poi stringe solo sui fumatori di pipa mette tristezza. Guardiamo i numeri: secondo il SOle 24ore circa il 30% della popolazione adulta in Italia fuma sigarette (11 milioni circa). Si calcola che chi fuma la pipa in Italia sono solo 10.000 persone. A ben vedere quella sul tabacco trinciato sembra tanto una misura che non rendera' nemmeno il corrispettivo del toner necessario per renderla visibile laddove verra' pubblicata e divulgata. Ceci n'est pas un gouvernment!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi