cerca

Statisti a confronto

14 Dicembre 2011 alle 17:53

Per quanto prematuro, un confronto tra Professore e Cavaliere si può azzardare. Per le gabelle, il Prof. appare più rapido e incisivo: dalle precedenti manovre ha capito che più si cerca di salvaguardare qualche categoria, più crescono le proteste dei restanti tartassati; e ha rimediato bastonando direttamente e indirettamente tutti, salvi appena quelli sotto la soglia della povertà (lì c’è troppo poco gettito da spremere),secondo il suo personalissimo concetto di “equità”. Tagli alla spesa pubblica, pari e patta: egualmente pochi, rispetto alle tasse; tecnicamente rozzi (!) e, appena decretati, già rinviati. Liberalizzazioni inserite in decreto dal Cav e dal Prof., egualmente poche e via via evanescenti. Ottime però le proposte per la crescita caldeggiate da ambedue sul Corriere della Sera: unica diversità, che il Prof. i testi dei suoi articoli li scrive da sé. Privatizzazioni: zero a zero. Praticamente immutato l’effetto sui mercati (che mica sono scemi).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi