cerca

Il governo tecnico

12 Dicembre 2011 alle 15:50

Si è voluto un governo tecnico formato dai più illustri docenti della Bocconi e qualche principe della managerialità, con la scusa che la crisi incombeva e che non si potevano perdere alcuni mesi in una campagna elettorale estremizzata dalla conflittualità. In realtà non si è tenuto conto che il Belgio è andato avanti per molti mesi senza governo. Comunque, ora il governo tecnico c'è, ma è avversato proprio da quelli che lo hanno voluto. Tanto che si parla insistentemente di mettere la fiducia per l'approvazione del decreto "lacrime e sangue" (senza la partecipazione degli arricchiti responsabili della crisi, che vorrebbero far pagare il conto solo ai poveracci con cavilli e bizantinismi). Sarà il caso di suggerire al Presidente Napolitano di mandare tutti a casa, senza vitalizi e privilegi, sospendere per alcuni mesi le garanzie costituzionali ed imporre questo governo fino all prossime elezioni? In tal modo i vitalizi sottratti alla casta confluirebbero nel fondo salva Italia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi