cerca

Dejà vu

9 Dicembre 2011 alle 19:00

La Germania, dopo aver spezzato le reni alla Grecia, ha saldamente in mano l'Europa dell'euro grazie anche ai collaborazionisti francesi. Resiste soltanto l'orgogliosa Inghilterra della sterlina, mentre stanno alla finestra la Russia del rublo e l'America del dollaro, con il pericolo giallo che guarda con simpatia all'espansione tedesca. Questo è lo stato dell'arte. La nostra speranza è riposta nell'ambizione della Germania che potrebbe portarla ad invadere l'area del rublo russo, ricevendone adeguata risposta, e in qualche attacco a sorpresa del continente giallo che potrebbe spingere l'America ad un intervento diretto in Europa, costringendo la Merkel nel bunker della Bundesbank.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi