cerca

La giustizia

8 Dicembre 2011 alle 19:00

L’abilità dei poteri forti consiste nel camuffare un’azione di asservimento con una di affrancamento, speculare alla prima. All’affrancamento chiamato “giustizia sociale” si combina l’asservimento alla miseria sociale che viene procurata con calcolata gradualità, al fine di abituare i gropponi alla soma senza scatenare rivolte. I poteri forti devono creare miseria, perché tollerare la ricchezza di una collettività significa per loro cedere ai singoli potere d’azione nella propria sfera naturale, ovvero individuale, famigliare, lavorativa. La libertà che il benessere economico garantisce alle cellule di una società sana si oppone alle necessità di dominio dei poteri forti. Come imporre l’antica ingiustizia schiavista senza alcuna violenza fisica? Travestendola da giustizia. In nome della giustizia il popolo si inginocchia davanti ai propri padroni per avere un piatto di minestra, il permesso di guadagnarselo. Senza il permesso dei poteri forti l’uomo non può regnare nella propria sfera, non può possedere una propria sfera, perché lo schiavista gliel’ha confiscata, per giustizia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi