cerca

Dov'è finito il PdL?

6 Dicembre 2011 alle 21:30

Ma esiste ancora un partito della destra? Qualcuno saprebbe oggi assegnare una identità al PdL? Mi sembrava ovvio che della vacanza della democrazia si dovesse approfittare (come disinvoltamente fa la Lega) per far dimenticare il dormiveglia riformista del defunto governo e riprendere i propri principi fondativi. Quindi, anzichè impegolarsi in penosi e impotenti contenimenti delle gabelle, incalzare il nuovo esecutivo sullo sviluppo, e sfidarlo a promulgare tutte le riforme, liberalizzazioni, privatizzazioni, tagli della spesa pubblica improduttiva di cui la destra stessa non è stata capace. Invece no: il PdL non trova miglior tattica che “mettere paletti” a varie tasse, e così ottiene di qualificarsi come il “partito dei ricchi” capace solo di evitare l’aumento irpef sui redditi più alti (al sentire Alfano che se ne vanta pure, ci si immagina la faccia di milioni di piccoli pensionati e piccoli proprietari?) Insomma, dopo le promesse elettorali tradite già non era facile tornare a votare il PdL: diventerà impossibile, se non riusciremo neppure a capire cos’è il PdL.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi