cerca

Sedotti dall'idea di un'adolescenza senza fine

2 Dicembre 2011 alle 19:45

Ugo De Siervo, presidente emerito della Corte Costituzionale scrive, sulla Stampa di oggi:”Emergenza e il rispetto della Carta”. Andando oltre le cortine fumogene si nota, eccome, il punto che gli sta a cuore:“D’altra parte, occorre ancora un volta ripetere che non ogni problema che si manifesti nel funzionamento delle nostre istituzioni può essere risolto pensando a ipotetiche riforme costituzionali (che potrebbero essere improvvisate e quindi pericolose, come dovrebbe insegnarci l’esperienza degli ultimi anni), allorché potrebbe largamente bastare un miglior funzionamento del nostro sistema politico”. A parte il brutto italiano, non si capisce se il presidente emerito scherzi o creda di convincere qualcuno che questo (sistema politico), nato nel 1947, non sia cresciuto, non si sia plasmato e conformato a quanto la Carta scandiva. Sia per l’Esecutivo, sia per il Parlamento e istituzioni collegate. Per cui, invocarne un “miglior funzionamento” sarebbe come dire ad un bambino viziato di abbandonare volontariamente i suoi adorati e gratificanti vizietti. Avvertiti come legittimi per quello che gli hanno insegnato. Manca ogni rispetto per le capacità critiche del lettore, quando insinua che “ipotetiche riforme costituzionali potrebbero addirittura essere pericolose”. Certamente, per tutti quelli che hanno approfittato delle regole in atto, per trasformare l’azione politica in un carosello senza fine di interessi partitici, sindacali e corporativi. Sembra pensarlo anche il Direttore quando afferma:”Se il governo farà le riforme vuol dire che il sistema non funziona”. Già. Non rimane che cogliere la comicità della situazione: un governo correttamente istituito secondo i dettami della Costituzione metterebbe in evidenza quanto il sistema politico, derivante dalla stessa, non funzioni. Però, intanto la si difende tenacemente, perché passata la buriana, l'emergenza, sarà ancora utile. Così com'è. Incluso il diversamente abile: l'art.68.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi