cerca

Perché a 70 anni e non quando occorre?

2 Dicembre 2011 alle 16:30

Marina Valensise parla di pensioni a 70 anni: le sottopongo un problema. Premessa: la pensione è un calcolo; lo Stato esige obbligatoriamente del denaro ai cittadini per tutelarli nella vecchiaia. Sono artigiano con 38 anni di versamenti: non ho prepensionamento per crisi aziendale. Eppure quando c'è crisi come 2 anni fa e come si annuncia ora, il mio prodotto non si vende e io pure sono in crisi. Mi sa dire la Valensise perché dovrei ridurmi a chiedere l'elemosina in attesa che lo Stato sia disposto a restituirmi i miei soldi ? Ne ho bisogno ora che le mie figlie sono all'università e non a 70 anni quando se Dio vuole il mio impegno finanziario sarà minore. Quindi lo Stato faccia i suoi calcoli, ma non parli di penalizzazioni e faccia il suo dovere attualizzando i versamenti non sul tasso di crescita, ma sul costo della vita. Qualche risparmio ce l'avevo, un pochi di BOT: se li disinvesto ora ci perdo il 10%. Ma cosa vuole ancora da me lo Stato ? Se mi tornasse del lavoro, lo prenderei al volo e, come dipendente chi mi vuole a 58 anni ? Ci pensi la Valensise.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi