cerca

O la borsa o la vita!

30 Novembre 2011 alle 10:20

Mutatis mutandis l'Italia ha già conosciuto un momento storico di sudditanza alla Germania e il nostro dictator di allora Mussolini ha pagato quella "cessione di sovranità nazionale", come la chiamerebbe il nostro dictator di oggi Monti, prima con la vita e poi con una damnatio memoriae perenne. Togliere il denaro è togliere la vita, per questo i ladri offrono una scelta paritaria alle loro vittime, il fatto che si sia passati dalla guerra ideologica alla guerra economica non tranquillizza dunque il popolo italiano, che oggi come allora si sente trascinato contro la propria volontà in un disastro di proporzioni colossali, al tempo aveva il nome di Tripolitania e di leggi razziali e ora ha il nome di Eurozona e di misure fiscali.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi