cerca

Ma allora è proprio vero...

29 Novembre 2011 alle 17:00

Al di là delle continue manifestazioni di entusiasmo e di giubilo dei vari Casini, Fini, Bersani, Letta (Enrico, quello del “pizzino” a Monti), nonché di Repubblica e affini, la lista dei nuovi ministri, viceministri e sottosegretari appena nominati è una ulteriore conferma che il governo Monti è, di fatto, un vero e proprio governo di centrosinistra. A questo punto, mi resta davvero incomprensibile come il PdL, partito di maggioranza relativa alla Camera e al Senato, possa continuare ad essere, compatto e giulivo, parte essenziale ed integrante della maggioranza che sostiene questo governo , in cui, tra l'altro, non è chiaramente visibile alcun suo rappresentante (o, come ipocritamente si deve dire, alcun personaggio di sua "area"). Tutti si affannano a ripetermi che questo governo Monti, nell'attuale disgraziata circostanza, è l'unico possibile, ed affossarlo significherebbe gettare il Paese nel baratro. Ma allora per il Pdl, in nome della decenza e del rispetto nei confronti dei propri elettori, non sarebbe meglio passare ad un appoggio esterno, piuttosto che far parte integrante delle forze che sostengono direttamente questo governo ormai fin troppo chiaramente di centrosinistra?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi