cerca

La strana guerra

29 Novembre 2011 alle 12:00

In questa "drole de guerre" economica e finanziaria, in attesa della botta, della bufera che arriverà, della macinazione di tanti risparmi degli italiani sopra non si sa bene quale altare, sarebbe augurabile un po' di sano patriottismo che suggelli il 150° di un'unità d'Italia che fu meno rocambolesca di quanto l'incredibile biennio 1859-60 lasci credere ai digiuni di storia. Il BTP Day (patriottismo intanto vorrebbe chiamarlo "Il giorno dei BTP": lasciamo agli stranieri almeno la fatica della traduzione) è un segnale incoraggiante e insufficiente. "Stringiamci a coorte" non soltanto a parole una buona volta! Se dobbiamo tagliare nella nostra carne, allora facciamolo in modo che gli amici europei smettano di usarci a copertura di loro vizi e giochiamo finalmente quelle carte che ancora abbiamo in mano dopo che i maestri dell'euro hanno messo sul tavolo le loro, insieme con strafottenti ramanzine. Ma è colpa nostra se non sappiamo fare o ritardiamo la mossa giusta che dia loro scacco. Cercasi un Cavour per l'Europa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi