cerca

Rifondazione magistratica

26 Novembre 2011 alle 09:00

Solo ora il Capo dello Stato si accorge che quella della giustizia è una emergenza, che i giudici devono essere sobri e che c'è necessità di una riforma della magistratura, se non istituzionale, certamente etica. Tutti zitti e buoni, servilmente accondiscendenti, il lecca lecca presidenziale ha sostituito le copie della Costituzione sventolate nelle giornate d'inizio dell'anno giudiziario. Il problema era Berlusconi, scomparso lui "lugete veneres cupidinesque", serietà, serietà, serietà! cioè severità severità, severità! tremate italiani, quando Iddio disgustato volle punire gli Israeliti ne affidarono il governo ai giudici, ora ai prof. che fa lo stesso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi