cerca

Calma

26 Novembre 2011 alle 07:45

Egregio Direttore, qui c'è poco da stare calmi, anche questa settimana il FTSE Mib sta perdendo attorno al 10%, lo spread non molla i 500 punti e all'asta odierna dei BOT e CTZ si sono toccati i rendimenti più elevati dall'entrata nell'euro. Ancora qualche giorno di questo andazzo e non riesco ad immaginarmi la reazione della gente. I problemi sono tanti e non facili da risolvere, ma se dovevamo chiamare Monti solo per alzare l'Iva e reintrodurre l'Ici, allora potevamo anche risparmiarci la fatica. Che mi fa essere pessimista è il fatto che bene o male tutti i partiti hanno posto delle condizioni per dare la fiducia al professore. Questo brutto segnale dimostra ancora una volta che la nostra classe politica oltre ad essere miope ed egoista è anche inadeguata a toglierci da una situazione particolarmente difficile. Oltre alla politica, ora che non c'e' più lo stellone della lira a renderci competitivi in campo internazionale, possiamo notare che anche la qualità della nostra classe imprenditoriale lascia molto a desiderare. Infatti gli industriali nostrani sono capaci di piagnucolare aiuti governativi in tempi di difficoltà e di investire poco quando gli affari vanno bene, rimanendo così indietro tecnologicamente rispetto alla concorrenza straniera. Il va sans dire che la colpa è sempre del governo. Concludendo c'e' poco da stare calmi, purtroppo bisogna fare in fretta perchè il nostro nuovo padrone "il mercato" non aspetta. Roba da matti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi