cerca

Tu es comunista in aeternum

23 Novembre 2011 alle 17:30

Sarà anche un argomento poco gradito, ma ritengo che la posizione anche costituzionale del Capo dello Stato cominci a essere discutibile. Di fatto, dopo aver fatto cadere il governo Berlusconi e sospeso la democrazia elettorale in Italia, questo ieratico signore non lascia passare un giorno senza una sua ingombrante e spesso inopportuna dichiarazione. Per esempio, mi chiedo che razza di urgenza abbia il problema della cittadinanza e dello ius soli. Mi pare altresì chiaro che Napolitano sta, indirettamente, assumendo la guida del Pd, di fronte alla pochezza del suo segretario e del pericolo di una rotta elettorale prossima ventura. Visto che sembra proprio che si voti nel 2013, aspettiamoci da qui ad allora questa continua, incostituzionale presenza sulla scena pubblica del vero segretario del Pd, impropriamente residente ancora per quasi due anni al Colle.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi