cerca

In margine all'invettiva di Farrage

22 Novembre 2011 alle 12:30

Si ricordino delle riparazioni della prima guerra e delle riparazioni della seconda guerra: che i tedeschi si fermino. Si auto-proteggano, subito, dai danni che stanno provocando a se stessi e al proprio futuro col terzo conflitto (sia pure finanziario). Urge che mettano un limite al loro riarmo (giocato tutto in forma monetaria). Molto peggio sarebbe scatenare ancora malumori continentali, che non si sa quali conseguenze possano avere. Intanto, per la cronaca, la linea Maginot sta gia' crollando sotto il peso dell'industria tedesca. E il governo belga e' in crisi, il settimo paese europeo, dell'Europa dei 12, a mostrare segnali di cedimento. Tuttavia e' l'ora della responsabilita', e che il gabinetto di guerra Monti esca dal suo sonno cattedratico post-prandiale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi