cerca

Vittoria del Partito Popolare in Spagna: esempio da seguire

21 Novembre 2011 alle 18:30

Le elezioni presidenziali della Spagna hanno visto vincere in modo schiacciante il Partito Popolare con Mariano Rajoy, successore di Aznar, che speriamo venga ripescato in qualche modo. Tale vittoria segna una crescita ed un'affermazione pressoché netta del centro destra in Europa ed un ritorno a questa parte politica in Spagna. In Europa il trend è quello di una corrente di centro destra o di una sinistra socialista molto edulcorata, liberale, moderata, progressista nel senso che punta allo sviluppo e miglioramento dei vari Paesi che devono allinearsi con la realtà cangiante di oggi. In Spagna un ritorno dei Popolari era ovvio e certo. La Presidenza di Zapatero aveva ridotto ai minimi termini un Paese forte e sano fino a poco tempo fa e la riconquista dell'"orgoglio spagnolo" - come Rajoy la definisce - sarà destinata a migliorare anche le sorti dell'Europa che in questo momento sta subendo forti problemi dal punto di vista economico. Quello spagnolo può anche essere considerato uno schiaffo morale per l'Italia ed un modello da assumere in vista delle nostre future elezioni prima amministrative poi politiche. Gli elettori quando chiamati a votare devono rispondere con coerenza, giusto individualismo, meditazione sul voto, determinazione e soprattutto lucidità e fiducia verso la parte politica scelta. In Italia pare mancare tale sicurezza forse per la presenza di troppi partiti, di troppe correnti differenti tra esse, oppure mi rincresce dirlo, anche l'Italia forse dovrebbe arrivare al punto tragico in cui è giunta la Spagna per riuscire a trovare quella spinta necessaria per fare ragionare gli italiani a ragion veduta e con serietà. Auguriamoci di non arrivare mai a tal punto e comunque che la storia sofferta della Spagna ci sia di insegnamento.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi