cerca

I nodi al pettine

17 Novembre 2011 alle 11:30

Prima tutti a sparare sull'Italia, colpevole di influenzare negativamente i movimenti dello spread europeo a causa del governo Berlusconi. I vari Merkel, Sarkozy, Obama si dicevano molto preoccupati per la situazione italiana e ci consigliavano manovre finanziarie ed altro. Ora abbiamo il governo dei tecnici e che succede ? lo spread italiano diminuisce di poco ma quello spagnolo e quello francese ( Sarcò !!!) salgono ai massimi dalla introduzione dell'euro. Inoltre stamane leggiamo che il debito pubblico americano ha superato i 15.000 miliardi di $ (gulp)(Obama!!) e che Fitch ha messo sotto osservazione per downgrade il sistema bancario americano ( gulp gulp)!!!. Ma come il malato era l'Italia ed ora anche la Francia e gli Usa si scoprono con una febbre da cavallo. I nodi della verità stanno venendo al pettine, ne vedremo delle belle, purtroppo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi