cerca

Democrazia

17 Novembre 2011 alle 07:00

Forse è sempre attuale il pensiero di Churchill secondo cui la democrazia è il peggiore sistema di governo eccetto tutti gli altri. Negli ultimi anni il sistema rappresentativo sta attraversando una crisi profonda e non solo in Italia, con un evidente crollo nella fiducia dei partiti, sempre più incapaci di rappresentare un legame tra la società e le istituzioni. Così i cittadini diventano spettatori di una scena politica sempre più spettacolarizzata. La democrazia, pur con tutti i suoi limiti e i suoi difetti, continua ad esistere: pertanto si potrebbe affiancare ai classici ma scricchiolanti metodi di selezione della casse dirigente anche quello in uso nella polis ateniese ai tempi di Pericle: l’ estrazione a sorte, metodo rivalutato in epoche a noi più vicine anche da Montesquieu e Rousseau. Alla base del sorteggio ateniese c'era un fondamento religioso: la convinzione che le scelte venissero guidate dagli dei. Comunque si riuscì ad ottenere l’ importante principio di rotazione delle cariche: ad ogni singolo cittadino veniva così garantito il diritto di governare oltre al dovere di essere governato. Da quella società non ci separano soltanto 2.500 anni. Siamo indirizzati verso una direzione sempre più distante dalla vera natura della democrazia: uno stato al servizio di tutti i cittadini.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi