cerca

Son "perpletuto"

16 Novembre 2011 alle 17:00

A me questo "Gianni Letta-Mazzarino" mi è leggermente indigesto. Mi dà l'impressione dello sdolcinato, tutto manieroso, compunto, servizievole e sempre pronto agli sguardi del padrone: un gesuita di tre cotte. In 18 anni di servizio assiduo Alla Presidenza del Consiglio, non ha mai interloquito nelle faccende del Cavaliere e mei avrà tentato di richiamarlo sulle amicizie perniciose che lo insidiavano. Un consigliere del principe avrebbe dovuto impedire certe debolezze del premier, sapendo anche imporsi abbandonando la carica nell'interesse del Paese. Menomale che Mario Monti non è caduto nell'adescamento, l'ottimo Gianni Letta è bene che se ne vada nelle Seychelles: si rinfranchi, ne ha bisogno. Ps - possibilmente si faccia accompagnare dal nipote, l'ottimo Enrico, e dal collega Giuliano Amato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi