cerca

Cesare, guardati dalle Idi di Novembre!

12 Novembre 2011 alle 07:31

Perché i mercati non si fidano più dell'Italia? e' vero che sono mossi sola dalla speculazione? E perchè come perfetti usurieri presentano solo oggi il conto allo strozzo? Se le promesse in politica sono richiami di uccellatori, le loro forse sono degne di fede, quelle di acquietarsi dietro debita soddisfazione? E si è mai visto un usuraio lasciare in pace la sua preda? La verità è che le sorellastre temono che l'Italia porti a una crisi dell'euro e ne risulterà avvantaggiata sui mercati delle merci, quindi meglio sfiancarla, impoverirla, cosicché sarà degna solo della solidarietà compassionevole del governo centrale dell'Europa. Avverrà quello che già conosciamo con l'Unità d'Italia: molta retorica, con la rovina dell'economia meridionale a vantaggio del tessuto industriale del nord. Si è prodotta quella miseria endemica e perpetua che oggi quelli stessi che ne sono stati autori non riescono più a tollerare. In politica non abbiamo bisogno di professori, i politici non nascono nelle università o nei centri del nemico, il genio della nazione li produce e li manda allo sbaraglio per la gloria o la dannazione dei popoli a cui presiedono come capi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi