cerca

No a governi tecnici. Il coraggio di difendere la democrazia

10 Novembre 2011 alle 12:00

Monti premier? No grazie; no a nomine tecniche anche se volute da Napolitano grazie ad una sinistra indemoniata che ha usato tutte le armi per far fuori SB e a non costruire nulla in alternativa. No alla soppressione della democrazia italiana con il pretesto di governi di salvezza nazionale affidando il potere agli sconfitti dal Popolo Sovrano. Non alle alleanze allargate che altro non sono che alleanze strette per la democrazia e la libertà del ns Paese. No ai pasticci istituzionali che portino la Marcegaglia al governo senza il passaggio elettorale. No anche al presidente Napolitano di qualsiasi tentativo di ribaltare d'imperio quello che milioni di elettori hanno deciso. No ai Casini, Fini, Bersani, Vendola, Carlucci, Pisanu, Rutelli ed anche la Bonino nel governo. No all'idea di cacciare fuori dal governo chi ha vinto le elezioni democratiche per governare. SVEGLIAMOCI! La democrazia italiana, il bipolarismo voluti e riconfermati dagli italiani con voto elettorale e referendario meritano l'impegno civile e il coraggio di essere con forza e coraggio, testimoniati e difesi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi