cerca

AAA... professori di economia cercasi

10 Novembre 2011 alle 13:30

Proponendo Mario Monti l’allegra brigata parlamentare incapace di tirarsi fuori dai pasticci da sola mette in scena un dejà vu, l’esimio professore di economia. Lui è certamente un personaggio capace finché resta nel suo ambito naturale, l’università Bocconi o la Commissione europea. Il dubbio nasce ripercorrendo la storia politica di chi l’ha già preceduto, Amato e Prodi, professori di economia concupiti dalla politica nei momenti difficili che hanno lasciato l’incarico senza particolari rimpianti. Se dal cilindro dei prestigiatori del Quirinale, il coniglio che esce è sempre il professore di economia, suggerisco ai vari Alesina, Giavazzi, ecc., di scaldare i motori fino alla prossima tornata. Anzi, vista la cronica situazione in cui regolarmente ci dibattiamo, perché non si stabilisce che sia sempre un professore di economia a guidare il Paese in modo da elargire urbi et orbi quella credibilità che sostiene il debito pubblico e non ci faccia stare regolarmente con il cuore in gola?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi