cerca

Compriamo il nostro debito

7 Novembre 2011 alle 13:00

Giuliano Melani, un semplice lettore, su una pagina a pagamento del Corriere della Sera , invita gli Italiani a comprare il nostro debito pubblico, cioè ad acquistare Btp e Bot. E’però difficile che gli italiani per solo “amor patria” possano aderire a detto invito. In verità il ministero dell’Economia sta studiando anche nuove modalità di collocamento diretto dei titoli di Stato proprio per facilitare il loro collocamento presso i piccoli risparmiatori attraverso sistemi di trading online . Intanto il recente aumento del Bollo sul dossier titoli di certo non aiuta i risparmiatori. A mio avviso, per incentivare l’acquisto dei Titoli di Stato, tutti i risparmiatori che investono nuovi capitali in Bot o Btp dovrebbero essere esentati dall’ aumento di detta imposta. Fra le norme anti crisi è previsto anche il ritardato pagamento del trattamento di fine lavoro per i dipendenti pubblici. Ritengo che dette liquidazioni dovrebbero essere pagate immediatamente al momento del pensionamento però in titoli di Stato con scadenza a due o tre anni. Comprando “il nostro debito pubblico” come ci invita a fare il nostro bravo Melani, si assicura ai nuovi pensionati anche una rendita . Pertanto nessuna manovra o provvedimento potrà far uscire l’Italia dal tunnel della crisi se non torna la fiducia e la credibilità nelle istituzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi