cerca

Massì, caro pres. Berlusconi, andiamo a votare di corsa

3 Novembre 2011 alle 13:30

Si dice che sarebbero dieci i complottisti contro il premier; tra questi ci sarà pure Scajola? Ma non doveva nascondersi, non doveva andarsene in esilio volontario dopo la questione della casa pagata a sua insaputa? Ma in che mondo viviamo? Mi chiedo se davvero esiste qualche formazione politica che vuole investire il futuro politico, l'alternanza di governo su di lui? Massì, caro presidente Berlusconi; lo diciamo con rammarico (quante ce ne ha fatto passare!); ancora non riusciamo a capire il perchè lei non abbia ascoltato il suo Popolo: gliel'ha detto in tutti i modi: tagliare, tagliare e tagliare ancora. Se l'ha fatto gli effetti non li abbiamo per niente percepiti.Poi anche sulla Libia che grazie alla stampa americana l'altro ieri abbiamo saputo che Lei, caro presidente Berlusconi era furioso contro Sarkozy per la partenza ultrarapida dei suoi Mirage a bombardare il suolo e la gente della Libia ma col proposito di cacciare l'Eni dal suolo e dai pozzi petrolifici libici. Raccontano ora gli americani che la Clinton ce l'ha messa tutta per placare la sua ira. Ma Lei, mi scusi, perchè non l'ha sfogata apertamente, fuori dalla linea telefonica riservata la sua rabbia? Che ora, stante gli spifferi dell'informazione pare la Libia sia stata consegnata dal burattinaio francese al fondamentalismo islamico e al Qatar, intanto che continuano ad ammazzarsi a Tripoli come a Misurata e s'intensificano i regolamento dei conti dei vincitori (grazie alla Nato) sui vinti a suon di mitragliate, gli uni contro gli altri, tra vicini di casa anche più spietatamente di prima.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi