cerca

Se io fossi

2 Novembre 2011 alle 13:05

Molto semplice. A fronte di una crisi che oramai non si può nemmeno più nascondere sotto il tappeto, se fossi nel Capo dello Stato convocherei a Palazzo tutti i maggiori esponenti politici di maggioranza ed opposizione. Imporrei loro la condivisione delle misure da adottare, perchè c'è di mezzo l'interesse del Paese, il quale essendo impegnato in una guerra mondiale (che oggi non si fa più con le armi, ma con la finanza), non può certo permettersi di tergiversare in una inutile e dipendiosa guerra civile. Se poi il messaggio non passa, scioglierei le Camere, manderei tutti al voto e contestualmente mi presenterei dimissionario con tanto di messaggio alla Nazione a reti unificate. E poi vediamo...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi