cerca

La distanza della politica dalla realtà

26 Ottobre 2011 alle 09:30

Qualcuno sa spiegare questo atteggiamento preconcetto della Lega contro l'innalzamento dell'età pensionabile? Ma non fu Maroni che si batté per allungare i tempi col cosiddetto scalone? La maggior parte dei lavoratori, leghisti e non, non ha alcuna volontà di smettere di lavorare a 58 anni. Capisco l'atteggiamento ideologico del sindacato che, per ruolo, assume posizioni contro la riforma, ma non capisco quello della Lega che da sempre si è definita un partito riformista. Ho la sensazione che se si facesse un'indagine seria all'interno della Lega uscirebbero molte sorprese.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi