cerca

La cella frigorifera

24 Ottobre 2011 alle 14:00

Meno spettacolare di Piazzale Loreto, ma altrettanto schifosamente bestiale. Anzi di più, per la diffusione immediata a livello mondiale delle immagini oscene degli avvoltoi che riprendevano il corpo seminudo e indugiavano sullo scempio che aveva subito. Se pensiamo che all'origine c'è stata l'immonda ipocrisia delle cancellerie occidentali che hanno deciso di disfarsi di un personaggio scomodo, con cui avevano collaborato tranquillamente nonostante Lockerbie, il disgusto compassionevole verso tutti coloro che ritengono di lavorare per un mondo migliore, moraleggiando a tutto tondo, diventa infinito. La realtà ci narra che siamo uguali a tutti gli altri esseri viventi, animali e vegetali, perennemente impegnati a combattersi per i propri interessi. L'uomo lo fa infiocchettandosi di principi che è sempre pronto a tradire o cambiare a seconda delle circostanza. Molto più genuino, spontaneo e naturale il comportamento della tigre e della gramigna.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi