cerca

Solidarietà poco convincente

20 Ottobre 2011 alle 09:00

Qualche giorno fa, Mario Draghi affermava di comprendere le ragioni della protesta di Roma, dicendosi solidale con la gioventù che da lì a qualche ora avrebbe partecipato alla sfilata. Tra l’altro, egli non è l’unico banchiere ad aver manifestato preoccupazione nei confronti delle nuove generazioni. Tutto molto bello. Però, a questo punto mi sovviene il dubbio che il Mario Draghi con il cuore di babbo in mano non sia la medesima persona che sta per insediarsi al comando della Bce. E ciò perché, notoriamente, a Francoforte creano, per regolamento comunitario, moneta dal nulla (“out of thin air”), contribuendo ad innalzare nel continuo il livello di quell’oceano di carta moneta che, piano piano e con il contributo moltiplicante di mille e mille istituti di credito, sta sommergendo il futuro di quegli stessi giovani per i quali ci si dispera (e non solo il loro). Il tutto per sostenere l’assurda demagogia di Governi costantemente impegnati a comprare consenso. Per risolvere veramente il problema, il Mario Draghi con il cuore di babbo in mano dovrebbe trasferirsi a Francoforte giusto per il tempo necessario a chiudere la “baracca” ed a gettarne le chiavi nel Meno. Stessa sorte, ovviamente, dovrebbe subire la Fed, anche se BB pare poco propenso a darsi da fare in quel senso. Solo allora potremo realmente applaudire gli interventi del futuro Governatore a sostegno delle giovani generazioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi