cerca

A Radio Londra c'è un uomo

20 Ottobre 2011 alle 16:58

A Radio Londra c'è un uomo che vive intensamente la realtà e che non sta tranquillo di fronte alla strage degli innocenti, all'unica macelleria sociale che meriti sul serio un tale appellativo, all'immane olocausto che macchia in modo indelebile la coscienza della civiltà europea, addormentata nel suo sonno della ragione. Quest'uomo tuttavia non è solo; io perlomeno sto con lui e con noi la chiesa cattolica.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi