cerca

Il Pd e le elezioni in Molise

19 Ottobre 2011 alle 10:52

Povero Pd! Questo è quel che succede a un partito che si accoda supinamente al partito delle procure e a Di Pietro, che si fa battere alle primarie perfino da Vendola e, da troppi anni, semplicemente non fa politica. In Molise alle scorse regionali Ds + Margherita da soli, senza considerare altri partiti che potrebbero essere inclusi, avevano una percentuale ben più che doppia di quel misero 9,8 per cento che hanno racimolato oggi. La radicalizzazione e l'imbarbarimento dello scontro politico, grazie soprattutto alla loro acquiescenza trasferito dalla politica e dalle sedi che le sono proprie ad altri luoghi e modalità, da una parte fa si che una quota importante di elettori di centro destra, benchè delusi dalla politica illiberale del Pdl (dato che tutti se ne strafregano del resto...), continuino a votarlo. Dall'altra una quota di loro elettori, ben più importante numericamente e politicamente, quella moderata, li abbandona non riconoscendosi, e sarò gentile, nella totale assenza di una politica purchè sia. C'è qualcuno che sa cosa farebbe mai il Pd se fosse al governo? In un momento nel quale le opposizioni in tutto il mondo hanno il sopravvento, per motivi che non c'è alcun bisogno di evidenziare, pare che contro ogni previsione si stiano candidando alla sconfitta. Bravi, davvero un bel risultato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi