cerca

I magistrati non sono eversivi

16 Ottobre 2011 alle 12:00

Non ho capito perché non sia giustificabile il divieto di destinare i neo magistrati nelle procure. A parte il fatto che mi si dovrebbe spiegare come si possa considerare i giudici e gli inquirenti appartenenti alla stessa categoria (magistrati), o come mai lo stesso divieto non esista per i giudici (se ho interpretato bene le parole di Vietti), o perché determinati uffici siano sguarniti: volendo favorire la categoria, si assegni pure su domande personali, ma, in mancanza, il sistema dovrebbe provvedere in automatico, altro che mandare allo sbaraglio i neo magistrati. Questi ultimi dovrebbero essere formati in uffici "normali" sotto la guida di magistrati già ben formati. Certo, non è colpa della super casta, ma del potere legislativo che dovrebbe rifondare il sistema e non può (o non vuole). E la riforma delle circoscrizioni giudiziarie, sulla quale giustamente insiste Vietti, è solo un piccolo problema: prima viene la separazione delle carriere, il sistema di assunzione e formazione, un Csm obiettivo e distaccato. Naturalmente nell'ambito di una riforma dell'elefantiaco sistema legislativo, con leggi fondamentali risalenti alla formazione dello Stato unitario. Vi sono condanne a 16 anni per omicidi efferati: dopo più di 20 anni dall'entrata in vigore del CPP, nessuno si è mai posto problema sui riti speciali. In certi casi vanno bene, ma dovrebbero essere esclusi per i delitti più gravi (strage, omicidio, spaccio stupefacenti...). I magistrati non dovrebbero avere alcuna attività diversa, tanto meno quella politica. E, invece, sono in servizio magistrati che hanno fatto il sindaco di grandi città, addirittura il ministro! E, naturalmente, in un sistema fondato sopra tutto sull'anzianità, dirigono uffici importanti. Mentre i Falcone e i Borsellino devono fare la gavetta, in attesa della vecchiaia (se ci arrivano). Eccezione (forse spiegabile) la Procura di Milano: Il più giovane (d'anni e servizio) Bruti Liberati batte Ferdinando Pomarici.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi