cerca

Sfogliando la margherita

15 Ottobre 2011 alle 10:00

“L'inevitabile ricatto: "Senza di me siete finiti" In realtà per la prossima legislatura, senza o con Berlusconi, la sconfitta è certa; forse con B. sarà anche peggio. Per la successiva è tutto da vedersi, tutto da costruire, e Berlusconi non ci sarà di sicuro” di Luca Cremaschi. Non ci sarà? Perché non dovrebbe esserci? La nostra è diventata una democrazia elitaria? Chi decide se può esserci o meno? A quello che so nessuno può impedire a un cittadino italiano di presentarsi alle elezioni, naturalmente se l'interessato ci sta. Se motivi d'ordine pratico dovessero consigliare l'astensione, sarebbe una decisione di Berlusconi e non un'imposizione di vanagloriosi a caccia di farfalle sotto l'arco di Tito. Sarebbe bello assistere e partecipare a questa gloriosa impresa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi