cerca

Risposta a Dell'Arti

14 Ottobre 2011 alle 12:27

Il virus della patrimoniale ha contagiato troppi cervelli annebbiandoli. Si dica invece che la casa è già ora il bene più tassato in assoluto. Ogni ulteriore aggravio avrebbe effetti recessivi per l'intera economia(vedi interventi di Francesco Forte e Gotti Tedeschi). Inoltre le tasse sono per definizione sui redditi non sui capitali. La patrimoniale è una scusa per lasciare le cose come stanno e continuare a scialacquare i soldi del contribuente. Il problema italiano è ridurre le spese dello stato che spende e spande come nel paese del bengodi. Tralascio di citare la limitazione delle spese per enti inutili, per la politica, per i comuni spendaccioni in opere inutili, mi limito solo a quanto detto dalla Santanché che ha calcolato in trenta miliardi i soldi dati dallo stato alle imprese in Italia, molti dei quali sono vere regalie ad aziende che stanno bene, non salvataggi di posti di lavoro. Cominciamo a restringere i cordoni di questa borsa. Con un stretta del solo 20 per cento si avrebbe quanto si pensa di ottenere con la patrimoniale. Sono anche d'accordo con la banca d'Italia di reintrodurre l'ICI per la prima casa però non come Pseudo patrimoniale, ma come tassa sui servizi del Comune (e qui si aprirebbe una altra interessante discussione sulla valutazione di questi servizi...).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi