cerca

Giovani già vecchi difficilmente cambieranno il mondo

14 Ottobre 2011 alle 07:30

“A voi i debiti, a noi la borsa e la vita”. Peccato, non sono studenti indignati dallo scarso profitto scolastico dei compagni o dalla scarsa preparazione dei docenti, né dall’iperbolico numero di addetti della scuola che sottrae agli uni e agli altri (veramente) meritevoli le giuste opportunità di crescita e di successo. Peccato, i “debiti” non sono quelli scolastici, contro i quali tanta bella gioventù protestataria inciampa, impegnata com’è a percorrere la fantastica via del genio e della follia (stay hungry, stay foolish) ma a dispetto del poco eccitante e troppo borghese impegno quotidiano. Peccato, questi studenti che incitano ad occupare Bankitalia hanno in testa qualcosa di diverso dalla voglia di darsi da fare, che dovrebbe essere il tratto tipico della gioventù. Al punto che, a sentirli ed a vederli in tv, sembrano in verità essere già vecchi. Con l'assillo della pensione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi