cerca

Il lavoro c’è ma non si vede

12 Ottobre 2011 alle 10:45

Maurizio Martina, segretario regionale Pd a Milano, commenta così la proroga avuta da Claudia Cugola, prima assistente poi segretaria e da ultimo compagna di Penati, si proprio quel Penati che ne ha combinate più di Carlo in Francia: “Non ci piace lasciare la gente a spasso” – storia e parole riportate da il Fatto Quotidiano, che dà sberle a destra e a manca ma a prenderle non ci sta mai (vero Travaglio?). E sì, perché per Martina a spasso ci possono stare solo chi non ha i santi in paradiso o non è intimo di questo e di quella. Ma ci rendiamo conto a quali livelli di arroganza il potente riesce ad esprimersi senza arrossire? Eppure viviamo in una Repubblica democratica fondata sul lavoro, si dice. Ma di che stampo sia questo lavoro lascio a voi decidere. Ne vale chiedere lumi al Colle, troppo teso a difendere la sua immagine. Di certo c’è solo che in faccende di pizzi e trini Berlusconi i vizietti se li paga, tutti gli altri fanno intervenire le casse dello stato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi