cerca

Il silenzio sulle cose da fare

9 Ottobre 2011 alle 09:00

Dopo il batti e ribatti dei giorni scorsi è calato il silenzio o quasi sui provvedimenti da adottare per la dare la sveglia a quest'Italia e ai politici di destra e di sinistra. Ci stracciamo le vesti per la lettera della Bce,ma poi nulla o quasi facciamo per attuare le indicazioni, che sono le vere riforme che questa maggioranza ci aveva annunciato nel suo programma. Non solo: si continua a discettare se cade il governo nel 2012, oppure alla scadenza naturale del 2013,ma la svolta viene sempre rinviata. Tutto questo perchè la maggioranza si sente solida e le opposizioni sono sempre alla ricerca delle alternative. Insomma chi ci va di mezzo è quest'Italia, anche se la considerazione rientra nel motto italico: "Nulla di nuovo sotto il sole".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi