cerca

Lega: guerra di successione, non di secessione!

3 Ottobre 2011 alle 18:30

Più che una guerra di secessione nella Lega è in atto una guerra di successione. Infatti, la vera novità di questa fase politica è che la Lega non è più un partito monolitico e che al suo interno vi sono varie voci che parlano spesso in dissenso tra loro. Questo significa una sola cosa: Bossi di fatto non è più il capo ed è già cominciata la guerra per il nuovo leader. Uno è Maroni e gli altri?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi