cerca

Se Roma piange, Napoli non ride (o almeno non dovrebbe)

29 Settembre 2011 alle 15:08

Una domanda: se ha ragione il giudice del Riesame, questo non vuol forse dire che i magistrati napoletani hanno sbagliato non una, ma due volte? In primis, si sono arrogati un'indagine che, come ha stabilito il Riesame, era di competenza del tribunale di Bari. Come se non bastasse, alla pari con l'azzeccagarbugli di manzoniana memoria, l'hanno capita "tutta al rovescio", arrestando con l'accusa di ricatto quelli che (sempre facendo fede alla versione del Riesame) in quella circostanza erano in realtà delle vittime. A fronte di tutto ciò, non ci si potrebbe legittimamente aspettare che questi magistrati venissero sanzionati per la loro patente incompetenza (non solo territoriale), e che le vittime del loro errore giudiziario fossero riabilitate con tante scuse (il tutto derivando logicamente dalle conclusioni del Riesame)?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi