cerca

Scusate se mi intrometto

29 Settembre 2011 alle 15:01

Sono un vecchio quarantatreenne di istanze liberali che vorrebbe vedere attorno a se un'idea che lo trascini, un futuro su cui fantasticare, dei figli ai quali poter dire:"...facciamo questo perché andremo da quella parte". Scusate ma si può in questo dannato paese discutere su dove dobbiamo andare-per dove dobbiamo andare-da che parte dobbiamo andare senza rivedere per l'ennesima volta "Totò, Peppino e la malafemmina", oppure siamo per sempre destinati a farci stabilire l'agenda setting del nostro Paese da quattro moralisteggianti di sinistra, di quella sinistra però, in attesa che la parte migliore una volta emerga e con la quale sia possibile confrontarsi, da sempre complessata da un senso di superiorità e di purezza della propria razza politica e sociale?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi