cerca

Quel che per Repubblica e la vulgata Bagnasco "non" ha detto

29 Settembre 2011 alle 15:05

Non solo bunga bunga. Bagnasco ha "anche" detto che "la cultura relativistica e' dominante", e che a questa cultura si deve "la rinuncia alla ricerca della verità, l’aspirazione più alta dello spirito umano, e il suo disprezzo". Poi, citando il Papa, “non lasciatevi intimorire da un ambiente nel quale si pretende di escludere Dio e nel quale il potere, il possedere o il piacere sono spesso i principali criteri sui quali si regge l’esistenza”. Si è chiesto: "Quanti oggi, nel mondo che conta, volteggiano come avvoltoi sulle esistenze dei più deboli per cavarne vantaggi ancora maggiori che in altre stagioni... a prescindere da ciò che è legittimo, giusto, onesto?" Qualcuno può riconoscere chi siano oggi in Italia questi avvoltoi? Non sono forse le tante - non solo quella politica - "caste" privilegiate? Sulla crisi e sulle responsabilità di un'Europa relativista e incentrata sulla moneta, Bagnasco ha detto che "l’Europa ha fatto fronte in ritardo e di malavoglia alle emergenze, incapace di esprimere una visione comunitaria inclusiva dei doveri propri della reciprocità e della solidarietà, rivelando ancor di più lo squilibrio tra integrazione economica, di cui l’euro è espressione, e integrazione politica, inadeguata, pesantemente burocratizzata e invasiva". Non è forse il tipo di Europa voluto dal trio Ciampi, Amato e Prodi (come premier e Commissario Europeo). Su Italia, pensioni, lavoro: "Ci preoccupa l’assenza di un affronto serio e responsabile del generale calo demografico, e quindi del rapporto sbilanciato tra la popolazione giovane e quella matura e anziana. Il fenomeno interessa anche le funzioni previdenziali e pensionistiche non solo delle generazioni a venire ma già di quanti sono oggi giovani". Sull'andazzo mediatico-giudiziario, ha detto che "è l’esibizione a colpire. Colpisce l’ingente mole di strumenti di indagine messa in campo su questi versanti, quando altri restano disattesi e indisturbati. Colpisce la dovizia delle cronache a ciò dedicate".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi