cerca

Nel mio piccolo, una tirata di giacca al Cav.

21 Settembre 2011 alle 10:45

A 20 anni votavo a sinistra. A 25, caro Cav., mi ha convinto la tua idea di libertà, di iniziativa privata, il tuo carattere. Ti ho difeso, nel mio piccolo, con amici e parenti, da quel clima greve di moralismo, di governo degli ottimi, di accuse variegate dallo stragismo al fascismo passando per la mafia. So bene che a nessuno è toccato il vaglio che tocca a te. Ma visto che da imprenditore ti sei messo a padrone, facendoti eleggere, ti tiro la giacca anche io, che nel mio piccolo ti sono elettore. Per questo ho l'ardire di tirarti la giacca. Vai, chiedi scusa, contrattacca, hai due anni per chiudere il gioco costruendo qualcosa. Ne hai la responsabilità non verso i nemici, ma verso chi ti ha scelto e ti sceglie tutt'ora. Poi lascia, metti le primarie e speriamo che lo slancio che tu hai iniziato diventi davvero un movimento concreto. Soprattutto ritrova il sorriso, perchè senza sorriso non sei degno di governarci.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi