cerca

In ricordo di una grande donna: Oriana Fallaci

15 Settembre 2011 alle 20:38

Cara Oriana, eri e sarai sempre l’icona di un femminismo e di una femminilità che sanno coniugarsi ed imporsi da soli.Bella, coraggiosa, dissacratrice, battagliera e piena di talento creativo:un’autentica forza della natura che nessun vento poteva piegare. Come il tuo sguardo accigliato e severo verso chi non riconosceva i diritti e le libertà individuali, o il tuo monito severo verso chi dimenticava che la libertà non è mai data una volta e per sempre, ma, al contrario,è conquista quotidiana da difendere con coraggio e determinazione. Tu eri una donna e come tutte le donne sapevi cosa significhi la sopraffazione, l’umiliazione e le sconfitte. Le hai vissute sulla pelle e nella storia di tutte noi. C’erano queste consapevolezze a sostenere le tue parole ed il tuo inconfondibile stile. Ogni volta, dissacravi, ragionavi, fedele sempre allo stesso principio: la libertà del pensiero e dell’analisi. Eri intelligente, provocatoria e visionaria come Ayn Rand. Grandi donne per grandi sfide. E le donne come te, Oriana sanno sempre da che parte stare, non si lasciano ingannare dal politicamente corretto che difende differenze indifendibili e che tollera violenze senza ragione. Non temere: le tue parole sono e saranno sempre nei nostri cuori, ma soprattutto nei nostri neuroni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi