cerca

Un precedente storico per il caso Penati

14 Settembre 2011 alle 13:30

Nella pratica politica dell’impero romano, “damnatio memoriae” era la cancellazione totale di ogni effige, iscrizione, atto, legge e provvedimento propri di un precedente e ripudiato governante (esempio: Nerone). “Abolitio memoriae” (esempio: Domiziano) era invece cancellazione formale e parziale, perché consentiva di non annullare tutta l’opera del principato proclamato iniquo, e di conservarne i “beneficia”, d’altronde difficilmente revocabili o restituibili. Ecco, pare che Bersani per il caso Penati si orienti verso questa seconda soluzione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi