cerca

Dal miracolo del boom al miracolo delle gabelle / 2

13 Settembre 2011 alle 11:18

Caro Signor Giorgio Polignieri, tutto vero quello che dice, ma incompleto, purtroppo. Ha tralasciato di dire che a quell'epoca la spesa pubblica - statale e locale - era soltanto una piccola frazione di quella di oggi. Inoltre, nonostante la miseria che c'era nel dopoguerra, nessuno si lamentava sul fatto che non si riusciva ad arrivare a fine mese e la gente moriva di fame, come ci viene ricordato oggi. A me risulta che allora, come adesso, nessuno in Italia è morto di fame. Ma chi se ne frega, l'importante è continuare a ripeterlo. Nessuno si lamentava se c'erano più di 30 studenti per classe. Tra parentesi, anche questa è un'altra leggenda metropolitana perché ho sentito ieri il Ministro dell'Istruzione dire che le classi con più di 30 studenti non raggiungono nemmeno l'1 per cento.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi