cerca

A proposito dell'articolo 8, comma 3

10 Settembre 2011 alle 14:00

Leggo che il terzo comma dell'articolo 8 fa sì che si possa recedere dal rapporto senza l'obbligo del reintegro del lavoratore, ma versando un'indennità economica. Se non sbaglio questo succede già per i dirigenti e in alcuni casi anche per gli impiegati di livello inferiore (solo che questi sono "obbligati" a licenziarsi;e ci sono vari modi per indurre il dipendente a farlo. per esempio: "ti trasferisco presso un'altra filiale oppure ti metto a fare l'archivio). Il "buono uscita" del dirigente è solitamente molto sostanzioso e poi grazie alla sua professionalità non ha difficoltà a trovare un altro posto. L'impiegato di concetto oppure l'operaio generico, generalmente, non hanno una specializzazione che li aiuti a trovare un nuovo impiego. Se su questi argomenti (contratti territoriali e liberi) vogliamo essere come la Germania, bisogna anche che vengano valorizzati gli istituti professionali. Non è vero che chi fa le professionali è più scemo di chi fa il liceo. Le scuole professionali non statali,per esempio, valorizzano il lavoro e di conseguenza i ragazzi si entusiasmano se c'è chi li fa stupire per un macchinario che modella viterie, mentre mi sembra che spesso quelle statali siano il rifugio di chi non ha voglia di studiare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi