cerca

Manovra e manovratore

7 Settembre 2011 alle 08:00

Ho finalmente capito perchè si chiama MANOVRA. E' come su un auto che deve fare conversione su una strada stretta: prima indietro, poi avanti, poi avanti ancora. Ora ferma. Un po' indietro. Ecco ora a destra e poi indietro. No, più a sinistra, ancora a sinistra, bene, venga avanti dottò, un altro pochetto... Così va bene, dottò. Indietro... Indietro, piano, piano... Sbrang... Crashh... Basta dottò, se fermi che è arrivato. Sò due euro. E ho capito pure perchè mettono la fiducia in una manovra così. Ma vi fidereste a salire su un auto con un manovratore tale, diretto da un parcheggiatore del genere?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi