cerca

Risentimento Italia Spa / 2

6 Settembre 2011 alle 08:30

A che serve riempirsi la bocca con la parola "liberalizzazioni", salvo poi indignarsi nel momento in cui intacca direttamente gli interessi della propria categoria? Sicuramente l'abolizione delle tariffe minime ha reso la competizione tra professionisti più dura, ma una simile situazione alla lunga non può che portare anche ad un innalzamento del rapporto qualità/prezzo della prestazione professionale (quale cliente sceglierebbe un architetto dal costo irrisorio sapendo poi di ritrovarsi una abitazione brutta ed a rischio di crollo?). Ciò dovrebbe importare a chi ci governa, che dovrebbe avere come interesse prinicipale il miglioramento delle condizioni generali della popolazione governata e non il mantenimento dei livelli di reddito di una singola categoria. Il discorso è semmai un altro: non si possono massacrare architetti od avvocati, lasciando sacche di protezione professionale ingiustificate, come per i notai od i farmacisti. E' lì l'origine del risentimento, non si può guadagnare di meno continuando a spendere più del dovuto per un rogito ad una pomata.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi