cerca

Perché questo è un governo di cui andar fieri

30 Agosto 2011 alle 13:00

Bisognerebbe far sapere in giro che durante tutto il periodo d'oro della Prima Repubblica, i governi italiani spinsero la spesa pubblica a dei livelli tali che un quarto e un terzo di essa erano finanziati in "deficit", si trattava cioè di spese che costringevano ad emissioni supplementaried enormi di debito pubblico. Scorrendo i dati del Pil italiano degli Anni 80, addirittura depurati dall'inflazione, si scopre che l'economia ottenne sempre valori positivi, che vanno dall'1 per cento fino a oltre il 2 per cento, Il che significa valori nominali ben oltre il 3-4-5 per cento. Gli economisti dicono che il deficit spending, invece, va usato con cautela, per dare fiato all'economia quando questa è asfittica. Allora, con le vacche grasse, a nessun "economista", esperto o commentatore, vennero mai dall'interno dell'establishment moti di ripulsa: evidentemente faceva comodo così. Negli anni 90, quando la crescita non fu come quella degli anni 80 ma comunque a livelli accettabili, qualcosa cambiò, con le lacrime e il sangue del 92 e dell'entrata nell'Euro, ma non come ci si sarebbe aspettato, a causa di interessi abissali accumulati dal debito pubblico. I governi di centrodestra, nel 2001, all'alba della crisi e della recessione, ereditarono questa situazione, e, a loro, l'utilizzo del deficit spending è stato negato dalle circostanze, e Dio sa quanto l'Italia ne avrebbe invece avuto - e ne avrebbe ora - bisogno. Fermo restando che quel periodo - contrassegnato dall'era Craxi e dal sorpasso italiano sulla Gran Bretagna - è da sempre considerato florido e, dunque di buon governo, non si può non fare riferimento all'introduzione costituzionale del pareggio di bilancio - che decreta per sempre la fine del "deficit spending" italiano. E' titolo di merito della prima classe politica che in quarant'anni invece di pensare a costruire con soldi dello stato le sue "elites" - e le sue clientele - decide di abbandonare per sempre abitudini infette, e, per lo più, in un'era di vacche magre.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi